Il cielo di Laura

Testo e regia di Giorgio Putzolu. Con Irina Lorandi, Rosa Maria Messina, Giorgio Putzolu.
Liberamente ispirato a La stella di Laura di di Baumgart Klaus.

Laura è una bambina tranquilla, felice si potrebbe dire, fino al giorno in cui i genitori devono cambiare casa. Sarà l’inizio di una metamorfosi, divertente, fortissima e costante. Lo spettacolo inizia con l’occupazione della nuova casa, con il classico scarico degli innumerevoli scatoloni che accompagnano ogni trasloco. Il padre li porta in scena e la bambina li porta via ed, in un crescendo di delirio comico i due cominceranno a litigare sul senso di appartenenza al luogo. Il cambio di casa porterà con se la perdita dei primi amichetti, degli spazi conosciuti, dei riferimenti, delle abitudini. La successiva caduta dei primi dentini e un piccolo taglio che porterà la protagonista a vestirsi completamente, e significativamente, di cerotti, sarà il punto di svolta, e di resistenza, al cambiamento.

Il cielo, con le sue stelle, sta sempre là… tutto cambia costantemente in noi, ma non i sentimenti, stelle polari della nostra vita. Volevamo parlare di crescita, nella nostra società, non è facile riconoscere i passaggi naturali in cui la crescita si manifesta, se per crescita intendiamo lo sviluppo di orizzonti nuovi, l’affacciarsi di nuovi desideri, la continua ricerca di maggiore autonomia e affermazione insiti nella storia di ognuno di noi. Non è facile perché i passaggi il più delle volte avvengono in concomitanza di fatti che ne nascondono, o ne mascherano, l’evidenza. Non è facile perché i tempi del “cambiamento” a volte sono scelti dalle circostanze della vita… e non sempre si è pronti ad affrontarli!

Abbiamo così scelto una storia che coinvolgesse tutte e tre le istituzioni, e le figure centrali di cui ne fanno parte, che nella società contemporanea fanno da cardine e punto di riferimento nell’età che va dai sei ai dieci anni. Le istituzioni sono la famiglia, la scuola, la società. Così nella nostra storia i genitori devono cambiare, per questioni di lavoro, casa e città, è una sfida per loro e per la bambina, ma naturalmente hanno calcolato i costi e i benefici e così Laura riuscirà ad adattarsi alla sua nuova vita grazie a nuovi amici…